ritorna al programma 1998

Giovedì 23 luglio 1998

        

MALASTRANA DUO (Italia)

Mosé Chiavoni - clarinetto
Luciano Biondini - fisarmonica

Il “Malastrana Duo” riporta le melodie del Klezmer ad una pura essenzialità. I due musicisti, provenienti entrambi da studi classici, riescono a far dialogare intensamente i loro due strumenti sui ritmi e le melodie della musica tradizionale ebraica. Obiettivo della loro ricerca è individuare il sottile filo rosso che possa legare una honga a Geshwin, Leonard Bernstein ad un Freylech, Mahler ad un tango argentino, Benny Goodman e Mickey Katz ad un Bulgar.

 

MONI OVADIA RECITAL

Moni Ovadia - voce    Vladimir Denissenkov - bajan
Patrick Novara - fiati    Yanos Hazur - violino    Cosimo Gallotta - chitarra

Moni Ovadia è l’artista di riferimento della cultura Ebraica in Italia. Attore cantante e regista, Ovadia è presente da più di 20 anni sui palcoscenici di tutta Europa. Ad Ancona presenterà un concerto-spettacolo creato appositamente per il Festival nel quale proporrà un suo personalissimo percorso storico-musicale incentrato sull’evoluzione della musica Klezmer e della cultura yiddish. Attraverso canzoni, racconti e storie, sempre oscillanti tra il sorriso e la riflessione, filtra e percorre sin dalle origini i sentieri della musica Klezmer e delle tradizioni scritte e orali degli ebrei traendo anche spunto dalle vicende più attuali. Filo conduttore di tutta la sua produzione artistica è quella tradizione composita e sfaccettata, quel “vagabondaggio culturale e reale” proprio del popolo ebraico, di cui Ovadia si sente figlio, quell’immersione continua in lingue e suoni diversi ereditati dalle generazioni passate e dall’amore per le culture esuli e minoritarie; testimonianza di tutto ciò è la sua capacità di cantare e recitare in otto lingue.

Prima assoluta.